Una goccia cade nel mare.
Forma delle onde, come degli echi.
Se ascolto bene, odo delle balene cantare.
Morbida luce cresce dall’orizzonte,
le onde divengono argento e oro,
tutti mi chiamano,
aspettano la mia nascita poichè vi dipende la loro vita.
Gli alberi ondeggiano come per salutarmi,
ma sono solo e triste,
vedo solo me riflesso nel mare,
maestoso e forte…
la mia debolezza è non poter vivere la notte,
la mia debolezza è non poter dormire,
vorrei tanto sentire paura,
sentire freddo…
ma non posso.
Solo immagino di essere in un bosco fitto,
tenebre ovunque,
un sibilo terribile nell’aria fa sentire i brividi,
ti fa perdere le speranze…
Purtroppo devo smettere di sognare.
E devo alzarmi,
le tenebre lasciano posto alla luce.
E gli occhi di tutti mi invitano a sorgere.
E attraverso le finestre e le mura passa la mia luce…
 "…E Nessuno Mi Canta Ninna Nanne E Nessuno Mi Fa Chiudere Gli Occhi,
             Così Sbatto La Finestra E Ti Chiamo, Attraverso Il Cielo…"
 
—Scritto ascoltando Echoes-Pink Floyd—
 
 
Annunci