Pensando alle parole di domani,
So già che non le finirò.
Pensando alle parole di domani,
Sento il loro rumore distorto.
È come un carillon,  ma è sottacqua.
Sarò confuso, come adesso, perché saprò cosa dire,  ma il mio suono risulterà distorto… sembrerà un eco e per questo non capirai.
E come ogni altra volta cancellerò queste lettere, centinaia di frasi perse e poche decine di parole scritte.
Proprio come le mie parole di domani, non riuscirò a dirti quello che voglio davvero.
E tutto sarà uguale al resto.
E sarà tutto
tranne che te e me.

Sabato 31 dicembre, 1.33 a.m

Annunci