Il tempo passa così fluido che lo sento scorrere sulla mia pelle.
Mi sta consumando.
Assieme a tutte le spine della vita il tempo sta soffocando il mio cuore.

Lentamente.

Strisciando un’ultima volta avrei voglia di urlare ma la mia voce non riesce a venir fuori. Così racchiudo tutto in me e divengo ciò che non avrei mai voluto divenire.

Vedo tutti passare e andare avanti. Il loro ricordo diventa sempre più slavato, come un quadro ad acquarello.
In questa confusione qualcosa dentro di me non mi fa più capire cosa è reale.
Cosa posso fare per trovare me stesso di nuovo?
Strisciare sotto la mia pelle e forse un giorno tornerò in superficie.

00.37 08/01/2015

 

Annunci