Category: Uncategorized


Pensieri

Imprimo pensieri trasformandoli in lettere.
Sono parole su parole non riesco a smettere.
Ti dirò tutto quello che non avresti mai voluto sentire.
Sono le situazioni come queste che fanno uscire le parole come pioggia.

Quindi fuori!! 
Fuori Dalla mia testa!!!!

È strano essere la scelta di nessuno.
Sentire di non essere voluti in un determinato momento. In un determinato posto.
Facce familiari diventano sconosciute.
Giri da solo in mezzo a migliaia di persone e ti domandi “cosa ci faccio qui?”
Sono queste le volte che mi fanno pensare: “È tempo per me di andare

Ma sai cosa ti dico? 
Resto ancora un pò.
Amo dare fastidio.
Amo ricordarti che anche tu puoi essere la seconda scelta di qualcuno.
Amo ricercare chi amo, e se quella sera lei non era là ad aspettarti, beh, ho questo pensiero:

Credo che sia il momento per te di andare.

Non vorrei dirtelo,
Non ne ho bisogno,
Ma sto provando solo a farti capire,

Che questo è il momento per te di andare.

Scritto ascoltando: 
http://youtu.be/L-zdtTLQPDs

Tutto è come sembra

Primo capitolo della serie Remedy Tapes.
Frammenti nascosti e ritrovati.
Pezzi scomodi, cose che non avreste mai voluto sapere.
Fatti sconcertanti che non ho mai avuto il coraggio di dire.
In un momento di follia, non riesco più a mantenere i segreti…

Parte 1_ “Tutto è come sembra”

—– Messaggio Originale —–
Da: ****** ********
A: —M—
Inviato: Mon 25/01/10 10:26
Soggetto: Fwd: Nessun Oggetto

Ciao M, senti non ce la faccio più a tenermi tutto dentro, adesso sarò sincero. 

Secondo me nn ti dispiace tanto per ieri sera. Perché secondo me invece fai di tutto per metterti tra me e la *****. 
Da quando ho incominciato ad interessarmi a lei, te hai incominciato a provarci. Io ho questa impressione, e visto che tra amici bisogna essere leali te lo dico. Lo so che ti piace, ma praticamente te sei amico e/o ti piace meta’ delle sorelle di AR e provincia. Cosa dovrei fare? non provarci con nessuna xk garba a te? E poi nn l’ho fatto mica apposta a fare nascere qst sentimento, ma ormai e’ nato…. sto passando un periOdo orribile….

Poi sono rimasto male di quella canzoncina che hai scritto, io nn ci avevo nemmeno fatto caso, ma la ****** mi ha detto: ma M ha parlato di te nella canzone?

Un amico scomparso, le ragazze gli hanno fatto la festa….roba del genere….

io ci sono rimasto male parekkio, praticamente vai a parlare di me davanti a tutti facendo cosi….

non mi sembra di avere avuto tutte qst ragazze, mentre scrivendo cosi mi fai passare come quel ragazzo k ti rimane simpatico…nn faccio nomi ma hai cpt d ki parlo…

e poi nn mi sembra che te fai diversamente, anzi la mia impressione e questa: che fai l-amici di tutte, ma intanto ci provi

io ti consideravo un amico vero (ma di quelli veri veri ndr), ma tutte queste cose mi hanno fatto rimanere male, ecco xk ultimamente sono cosi freddo. 
ci sono rimasto male di queste cose..e poi parli di me cm di un amico sparito….

se ci pensi bene, forse nn te lo ricordi, ma tipo a ottobre novembre, ti ho chiamato per almeno un mese di fila e tutte le sere trovavi una scusa per non uscire cn noi, e poi dopo organizzavi le cene te e nn ci kiamavi, quindi ho pensato che non volevi piu uscire cn noi, ecco xke ho smesso di kiamarti, nn e che sono sparito senza motivo….

io Em ci sto male, anke xk ti consideravo tra i poki amici veri….spero di sbagliarmi, che sia tutto un mio film mentale, ma ho l impressione che nn ti stai comportando molto bene nei miei confronti…..

cmq ti scrivo qst mail x cercare di sfogarmi, sto troppo male, e forse nn e colpa ne tua, ne della ******, ne di nessuno, sono solo io che ho un carattere skifoso, non sono fatto x vivere in qst mondo, penso che sarebbe stato meglio se nn avessi mai vissuto, anzi sicuramente è cosi 

Amen (ndr)

“….Di cosa stiamo parlando? Amicizia/Amore? Scambio di favori? Lealtà, fiducia, ipocrisia. Ho capito che la mente va dove vuole, e può davvero farti andare ovunque. Forse ti sfugge il fatto che…trovo difficile dirtelo; i sogni nei quali muoio sono i migliori che abbia mai avuto... —M—   “

 

 

10 Aprile 2022

Da solo in questo rifugio improvvisato.
Cerco di addormentarmi sul mio letto fatto d’assi.
Sono riuscito a renderlo più morbido usando delle ginestre raccolte nel bosco. Di certo quelle non mancano.
Fuori sta piovendo.
Le goccie di pioggia perdono la loro regolarità, sono deviate dalle foglie e dai rami degli alberi.
Il rumore dell’acqua che si schianta sulle lamiere del tetto mi rilassa.
Ho acceso un piccolo fuoco in questa stufa vecchia e arrugginita ma che ormai chiamo mia migliore amica.
Stasera la temperatura si è abbassata parecchio.
L’aria sa di neve.
Devo stare attento a non tenere il fuoco troppo alto. Qualcuno potrebbe trovarmi.
Considerando però che sta piovendo ed è notte… nessuno vedrà il fumo... metterò qualche legna in più.
Ho bisogno di riscaldarmi, non riesco a prendere sonno.

Ecco fatto.
La legna di cerro secca è ottima per bruciare.
Appena ho messo i ramoscelli subito il fuoco si è ravvivato. Adesso scricchiola, come quando pesti la neve.

Vorrei fosse sempre così.
Mi sento al sicuro stasera.
Ma continuo a chiedermi dove sono i miei amici.
Li avranno catturati? Dove si staranno nascondendo?
Avrei voglia di rivederli.
Ogni volta, prima di addormentarmi, appena chiudo gli occhi vedo te.
Ricordo sempre una sera, io ero in piedi a pochi passi da te. Iniziasti a guardarmi e anche io ti fissai e feci un cenno come per dire: “Dimmi, ti ascolto”
E tu mi rispondesti con un sorriso…
Mi pento sempre, di non averti mai detto di quanto siano belli i tuoi occhi.

Spero che tutto questo finisca presto.
Sono sicuro che sarà così.
Adesso cerco di dormire un poco.

La preghiera di Niente

Quella notte, pregai intensamente.
Chiesi che mi fosse data forza, di continuare a perdonare.
Forza per dimenticare che l’uomo è imperfetto ed è sempre nel peccato.
Chiesi spirito affinchè potessi resistere, ancora qualche tempo.
Perchè il mio desiderio è quello di rivedere mio nonno, di rivedere i miei amici.
E se mai davvero, riuscirò ad avere questo dono, e se mai davvero dovrò vivere da solo,
non avrò paura.
Mi costruirò una casa, con la sola forza delle mie mani. Vivrò in un posto sperduto.
Vivrò da solo, ma non sarò mai solo, poichè so che tu sei sempre con me.
Continuerò a saltare gli ostacoli. Mi arrampicherò su alte montagne. Mi tufferò in
profondi laghi.
Sono sicuro che quel giorno starò bene.
Starò bene, come sto bene questa notte, Signore.
Non sono niente, ma questo Niente ti ringrazia.
In the name of Christ
Amen

Odio voi come amo me

Mi sembra un controsenso scriverlo,  ma credo che mostrare al mondo intero la propria felicità seppur abbiamo perso qualcosa o qualcuno, sia una grossa sconfitta.
Non facciamo altro che annunciare la nostra sete di libertà per autoconvincerci.
Eppure dentro di noi lo sappiamo… che non siamo realmente liberi.
Penso sia solo un modo per soffrire di meno.
Chi già annega nel dolore cerca di dire: “sto bene”, anche se in realtà va tutto male.
Poi ci sono quelli che scrivono passo passo il loro andamento della vita… come se dovesse interessarci in alcun modo.
Loro… non li ho mai capiti, forse è solo insicurezza oppure è paura del giudizio altrui…
Un tempo ero come voi, mi vergogno a dirlo… poiché siete ipocriti come lo ero io.
Non fate altro che fingere i sentimenti.
Avete paura a dirvi “Ti amo”
Avete paura a dirvi “Ti odio”….

Persone che ti dicono sarò sempre tuo amico, non ti lascerò mai… stupidi…
Sapete bene che questo non è possibile… tutti cambiano, non puoi dare per scontato che TU non cambierai.

Sono curioso che aria respirerai quel giorno.
E se mai più ti vedrò mi chiedo se starai ancora cercando la strada oppure se sarai venuta meno a tutte le tue parole… come gli altri del resto…

Sono critico, stanotte sono nervoso… ho deciso di scrivere senza musica… riesci a sentire il tedio? Riesci a sentire la mia voglia d’urlare?
Odio voi come amo me.

Ven 27 gen 1.17 a.m.

Oggi ho letto una frase che mi ha fatto riflettere,
mi ha ridato finalmente forza,
quella forza che da un pò di tempo aveva iniziato ad affievolirsi.

“Push through the pain because giving up hurts more”

Continua a spingere attraverso il dolore perchè rinunciare fa ancora più male.
Proprio così, arrendersi è il peggior dolore che uno possa affrontare.

Un post diverso dagli altri, forse perchè oggi è un giorno diverso dagli altri.

Subject to change*

Pensando alle parole di domani,
So già che non le finirò.
Pensando alle parole di domani,
Sento il loro rumore distorto.
È come un carillon,  ma è sottacqua.
Sarò confuso, come adesso, perché saprò cosa dire,  ma il mio suono risulterà distorto… sembrerà un eco e per questo non capirai.
E come ogni altra volta cancellerò queste lettere, centinaia di frasi perse e poche decine di parole scritte.
Proprio come le mie parole di domani, non riuscirò a dirti quello che voglio davvero.
E tutto sarà uguale al resto.
E sarà tutto
tranne che te e me.

Sabato 31 dicembre, 1.33 a.m

The simple history of…

The simple history of lie life

A e B sono un gruppo di amici per la pelle.
Un bel giorno arriva C,  anche lui vuole molto bene ad A e B.
Col passare del tempo C dichiara ad A di volere più bene a lui che a B.
Saputo questo A tronca tutti i contatti con C perché non si aspettava tale comportamento.
Di conseguenza B essendo ormai legato a C,  tronca tutti i rapporti con A.
Un giorno C conoscerà D e si accorgerà di volergli più bene di B… cosa succederà a quel punto?
Lo scopriremo nella prossima puntata…
nella semplice storia della vita.

L’Equilibrista

Un ragazzo cammina in equilibrio sopra ad una ringhiera.
Può sembrarti pazzo.
Non sta guardando te,
il suo sguardo è rivolto avanti.
Concentrato solo su quello che sta affrontando
senza essere distratto da ciò che lo circonda….
niente soldi, niente donne in mente, solo una meta,
Essere libero

Spirito Libero

Sei solo una maschera…una tra le tante…
Fingi d’esser diversa…ma sei solo persa.
Non hai mete o obiettivi,
Hai solo tanta paura…perché non sai cosa c’è domani;
perché non sai chi sei davvero.
Vorresti piangere e gridare,
Ma dietro una finta faccia felice ti nascondi,
Non vuoi gli altri a provare il tuo dolore o forse come me “naufragar m’è dolce in questo mare”.
Spirito libero, non esisti davvero.
Sei solo mera illusione.
Dolce sollievo di una canzone.
Vattene lontano e non tornare più, in mezzo al deserto, dove nessuno può sentirti urlare.